Il progetto Work4Integration, realizzato tra dicembre 2016 e novembre 2018, ha perseguito lo scopo di aumentare le possibilità di inclusione lavorativa e migliorare le condizioni di lavoro dei migranti residenti nell’area di Milano e dell’hinterland.

Nel corso dei 24 mesi di progetto, 158 uomini e donne migranti, residenti a Milano e nell’hinterland, sono stati supportati nel rafforzamento dei propri profili professionali, attraverso attività formative, inserimento in tirocinio, counselling e matching diretto tra domanda e offerta di lavoro. 40 di loro sono riusciti ad ottenere un contratto di lavoro, a seguito dello stage o del direct matching. Durante il progetto si è confermata l’importanza del supporto integrato ai beneficiari: il tutoraggio, la presenza della legale e della psicologa e l’accompagnamento costante dell’équipe di progetto sono stati elementi fondamentali per supportare i cittadini migranti nella ricerca del lavoro e, successivamente, nella loro tenuta.

Parallelamente 23 aziende sono state coinvolte in 3 workshop a loro diretti, in cui sono state evidenziate le potenzialità e le risorse lavorative dei cittadini migranti grazie alla presentazione di esperienze emblematiche di aziende italiane e straniere, che hanno fatto della diversità il loro punto di forza.

Il progetto, realizzato in partnership con il Comune di Milano – Unità Formazione per il Lavoro di via Fleming 15, Fondazione Sodalitas, Cooperativa Sociale A&I e GiGroup, ha sperimentato un modello di governance multistakeholder in cui sono stati coinvolti soggetti del settore pubblico, del privato sociale e del privato profit al fine di massimizzare le sinergie e valorizzare le competenze di ognuno.

Il progetto Work4Integration, realizzato grazie al sostegno di Fondazione Cariplo e della JPMorgan Chase Foundation, ha posto le basi per la successiva nascita del Work4Integration – Europe, con un’estensione dell’approccio su base europea e un ampliamento delle attività in Italia.

Per conoscere le storie di alcuni dei protagonisti, vai nella nostra Sezione video.

 

Intervento realizzato con il sostegno di